Sei qui: HomeComuni della TusciaCivita Casetellana

Civita Casetellana

Sorge ai piedi dei Monti Cimini, in una terra cosi fertile da favorire gli insediamenti umani sin dall’epoca preistorica, vi sono infatti reperti risalenti addirittura all’età del Bronzo.

Dai reperti, numerosi e vari si è potuto determinare con assoluta certezza che sono stati numerosi i popoli che hanno abitato questa zona nei secoli, lasciando segni tangibili della loro presenza.

 

Sotto il dominio degli Etruschi, Civita Castellana, ebbe un posto di rilievo e di prestigio, come punto di congiunzione fra i veri mercati e per le vie di comunicazione; ma il momento di maggiore spicco lo ebbe con l’opera di ristrutturazione architettonica messa in atto dai Falisci, membri della confederazione etrusca ma con origini differenti.

Civita Castellana, compare per la prima volta su documenti scritti con la denominazione di "Massa Castellanae Patrimonii Tusciae" nel 727 d.C.
Gregorio V nel 998 gli diede la denominazione di “Città”.

Questo suggestivo borgo, prese il nome, che tutt’oggi lo denota, per il dominio che esercitava sui vicini castelli divenendo cosi “Civita Castellana”.
Questa cittadina nel corso dei secoli fu governata, soggiogata e organizzata da varie nobili famiglie che si susseguirono negli anni, almeno fino al 1426 quando venne annessa alla giurisdizione dello Stato Romano, fu anche meta di molti Papi e persone illustri.

Papa Alessandro VI Borgia, nel 1494, incaricò Sangallo il vecchio di ristrutturare una fortezza in quanto aveva paura per l’incolumità della sua persona.

Sangallo il vecchio non riuscì a portare a termine la sua opera, che però, vide il giusto compimento con Sangallo il giovane, divenendo cosi per gli annali di storia “Forte Sangallo”.

Forte Sangallo, successivamente divenne un’ importante prigione, famosa per aver “custodito” molti papi deposti e banditi di alto lignaggio. Ai giorni nostri, questa imponente fortezza è stata trasformata in un museo in cui sono custoditi reperti storici e archeologici di inestimabile valore.

Altre importanti opere architettoniche risalgono, maggiormente, al periodo medievale come la Cattedrale di Santa Maria risalente al 1210; Il portico di una straordinaria bellezza fu opera degli architetti della famiglia dei Cosmati inoltre al suo interno, questa straordinaria opera architettonica racchiude anche un’antica cripta, costruita probabilmente su di un luogo di culto pagano.

Notevole anche la Chiesa romanica di S. Maria del Carmine edificata nel XII secolo che deve la sua straordinaria bellezza alla peculiarità del campanile a bifore che la sovrasta, all’abside semicircolare e alle navate con i capitelli diversi gli uni dagli altri.
Inoltre Civita Castellana è famosa in tutto il mondo come grande produttrice di sopraffine ceramiche uniche nel loro genere, per stile, lavorazione e cottura, tanto artistiche che di uso comune.

Scroll to Top