Sei qui: HomeComuni della TusciaMontefiascone

Montefiascone

Montefiascone si definisce come il fulcro geografico dell’Etruria per il suo inconfondibile profilo disegnato dal centro storico da cui si ergono la favolosa cupola di Santa Margherita e la Rocca dei Papi e per il superbo panorama di cui gode.

Posto nella parte sud-orientale del lago di Bolsena, su un colle dei Vulsini da cui si spazia con lo sguardo dai monti Cimini, alla città di Viterbo , dalla grande piana sino al mare al monte Amiata ma soprattutto, sulla conca del lago di Bolsena.

 

Il nome di questo paese evoca alla mente il binomio di queste due parole normalmente disgiunte “monte” e “fiascone” (in dialetto sta ad indicare un fiasco di notevoli dimensioni), che alcuni tendono a identificarlo come un omaggio ai vigneti paesani che producono il famoso e pregiato Est!Est!!Est!!! (vino locale di pregiata lavorazione); ma le radici di questo nome vanno ricercate in epoche molto più remote, infatti si riferiscono al mons faliscorum, antico nome dato a queste terre dai Falisci approdate in queste zone dopo la distruzione da parte dei romani dei vari centri, prima stanziativi.

Le prime notizie storiche documentate da prove scritte, su Montefiascone, risalgono all’VIII secolo, quando questa cittadina e i suoi abitanti si donarono spontaneamente alla chiesa.
Questo patto di fedeltà cosi eclatante venne generosamente ripagato dai pontefici che si susseguirono nei secoli facendo di Montefiascone uno dei posti prediletti di villeggiatura anche per la sua caratteristica amenità, o per un ulteriore protezione.

Il Papa che maggiormente influenzò la storia dell’intera cittadina fu Urbano V che ne modificò anche il profilo trasformando radicalmente la Rocca (divenuta successivamente la Rocca dei Papi) oramai caduta in disgrazia, in un imponente e accogliente alloggio per ospitare la corte pontificia e l’importante titolo di diocesi.
La Rocca sovrasta l’intero abitato ed è circondato da fortificazione romane e pre-romane, nel corso dei secoli venne più volte ristrutturata e abbellita non solo da Urbano V ma anche dai successivi Papi, che, come gia scritto la scelsero come meta di villeggiatura.

Da tempi più recenti ospita nei suoi vasti ambienti manifestazioni di carattere espositivo e culturale.

A Fianco della prestigiosa Rocca dei Papi fu edificata nel 1493 la poderosa chiesa di Santa Margherita famosa per la sua immensa cupola, fra le più grandi d’Italia.
All’inizio venne edificata una semplice ma suggestiva cripta per onorare degnamente non solo le spoglie della Santa Margherita , martirizzata ai tempi di Diocleziano e giunta in questa cittadina attorno all’anno Mille da Agostino di Pavia dopo la distruzione del tempio di Antiochia dove la Santa cristiana era venerata, ma anche per dare una risposta convincente al titolo di diocesi assegnato da Urbano V.

Il nome del creatore di questa sfarzosa opera, purtroppo non è giunto ai nostri giorni, ma la sua forma ottagonale e gli effetti di prospettiva e di luce fanno pensare alla mente di un grande artista, che alcuni documenti identificano come Donato Bramante altri di un altro artista del posto Magister Antiquus; alcuni studiosi asseriscono che non sia da escludere la stesura di un progetto da parte del grande artista marchigiano portato poi a conclusione da artisti locali.

Il maestoso vano della chiesa, inoltre custodisce una statua marmorea di Santa Cristina di accurata magnificenza che venne attribuita alla scuola di Arnolfo di Cambio, un pregevole crocefisso ligneo e altre svariate opere di notevoli importanza religiosa e artistica.

Tra le altre chiese di Montefiascone meritano quella di Sant’Andrea riedificata nel XI secolo e quella progettata da Sangallo il giovane a metà del cinquecento, la campestre chiesa di Santa Maria.
Notevole nel centro storico il palazzo Comunale sormontato da un imponente campanile, il pozzo di Urbano V e la casa in cui visse l’abate letterato Giovan Battista Casti intorno al 1750.

A carattere naturalistico è d’obbligo ricordare la strada panoramica che scende fin sulle rive dello stupendo lago di Bolsena che questa cittadina sovrasta, ricca di aree verdi attrezzate e di locali di ritrovo.

Scroll to Top