Sei qui: HomeComuni della Tuscia

I comuni intorno al lago

La Tuscia comprende ampie zone della Toscana, del Lazio e dell'Umbria.
Anticamente il territorio della Tuscia era detto Etruria, ed i suoi abitanti erano detti Etruschi.
Con l'annessione del territorio allo stato Romano il nome Etruria venne cambiato con Tuscia.
L'incredibile varietà di risorse storiche e ambientali hanno fatto si che la Tuscia sia meta prescelta da molti turisti.
Molte sono le strutture ricettive nella zona che accolgono e coccolano i turisti in vacanza, offrendo piatti tipici e ospitalità d'altri tempi.
Nella sezione agriturismo Tuscia è possibile contattare le strutture per prenotare una spledida vacanza in Tuscia. Città di immenso valore storico ed artistico sono presenti sul territorio.
Inoltre la posizione favorevole permette di raggiungere in poco tempo altre mete importanti, quali Perugia, Firenze, Roma e Siena, dove sono presenti ottime strutture turistiche.

Questo splendido paesino è situato sulle verdeggianti colline dell’Alta Tuscia ed è caratterizzata, a livello paesaggistico da un fantastico panorama dedicato al sottostante lago di Bolsena.

La cittadina affascina i visitatori per le sue stradine e per le sue costruzioni tipicamente medievali, come ad esempio il prestigioso e imponente Palazzo Farnese; edificato intorno al 1515 per il matrimonio tra Pierluigi Farnese, futuro duca di Castro, e Girolama Orsini.

Marta, situata sulla sponda meridionale del lago di Bolsena è caratterizzata per la bellezza del paesaggio che la circonda.

Il paese, secondo la tradizione sorge su un antico insediamento etrusco, ma fonti storiche certe si hanno a partire dal X secolo d.C..

Montefiascone si definisce come il fulcro geografico dell’Etruria per il suo inconfondibile profilo disegnato dal centro storico da cui si ergono la favolosa cupola di Santa Margherita e la Rocca dei Papi e per il superbo panorama di cui gode.

Posto nella parte sud-orientale del lago di Bolsena, su un colle dei Vulsini da cui si spazia con lo sguardo dai monti Cimini, alla città di Viterbo , dalla grande piana sino al mare al monte Amiata ma soprattutto, sulla conca del lago di Bolsena.

Situata al centro della Valle del Tevere, su di un alta rupe tufacea, la cittadina di Orte è circondata a Nord e ad Est da un meandro del fiume Tevere.

La forma peculiare e compatta a pianta ellittica di questo grazioso abitato si adatta perfettamente alla struttura tufacea su cui è sorta.

Orvieto

Orvieto:Nella pianura umbra dominata dai fiumi Paglia e Chiani, affluenti del Tevere, sorge una rupe di tufo scuro, alta circa cinquanta metri, frutto di una secolare eruzione vulcanica. È proprio su questa rupe che, da quasi tre millenni, si trova la città di Orvieto.

Questo splendido e caratteristico paese della Tuscia, situato nel versante settentrionale in posizione strategica sul lago di Bolsena , offre uno dei più splendidi paesaggi sulle sponde di questo fiabesco lago; inoltre gode di un clima eccezionalmente salubre, caratteristica ben nota in tutta la zona.

Questa splendida e suggestiva cittadina vanta origini remote, raffigurate anche in maniera emblematica dallo stemma della citta raffigurante Saturno a cavallo.

La storia di Sutri può vantare un avvenimento di grande rilevanza; nel 728, infatti venne donato da Liutprando all’appena sbocciato patrimonio di San Pietro.
Architetture e giardini che adornano con forte importanza l’intera città sono sicuramente: Poggio Savorelli dove, al suo interno, sono riunite grandi opere di età pre-romana e che all’esterno è adornata da una fantastica e suggestiva chiesetta, oggi dedicata alla Madonna del parto (anticamente sepolcro etrusco e poi luogo di venerazione del dio Mitra; e da un anfiteatro.
Dal Poggio è possibile scorgere Villa Savorelli.

Questo piccolo ma grazioso paese si erge sul fianco occidentale del cratere vulcanico, donando ai suoi abitanti uno splendido panorama sul lago di Bolsena.
Non si hanno notizie o reperti rilevanti di questa cittadina almeno fino alla seconda metà del trecento quando venne ceduta dalla chiesa alla famiglia Farnese; ed è con questa famiglia che Valentano tornò a nuova vita consolidatasi poi, successivamente con l’ascesa al pontificio di Paolo III.

La leggenda narra che fu Noè a costruire le basi di questo suggestivo paese, quando oramai provato dalla stanchezza dell’oramai passato diluvio decise di stabilirsi in questi luoghi per trascorrere gli ultimi anni della sua vita; in realtà le origini sono ben più antiche e risalgono al periodo etrusco di cui rimangono a testimonianza, delle necropoli.

Ai giorni nostri, Vetralla, si presenta come una tipica cittadina medievale, con ancora intatti, alcuni resti delle antiche mura.

Viterbo, capoluogo dell'omonima provincia è una città situata nell'alto Lazio vicina al Lago di Bolsena .
Conosciuta in tutto il mondo come la Città dei Papi in quanto sede del Palazzo dei Papi, famoso per aver ospitato il Conclave durante l'elezione di papa Gregorio X, costruito fra il 1255 e il 1266 per proteggere il Pontefice.
Le origini della cità ci spingono fino al periodo neolitico, con tracce di insediamenti neolitici ed eneolitici, insieme ad accenni di civilità etrusca.
Tuttavia gli si suppone che l'insediamento etrusco non raggiungesse lo stato di vicus.

Pagina 2 di 2
Scroll to Top