Sei qui: HomeItinerari Da Roma al Lago di Bolsena: ecco cosa vedere

Da Roma al Lago di Bolsena: ecco cosa vedere

Viaggiando da Roma verso la meravigliosa location del Lago di Bolsena, è possibile fare delle tappe intermedie e ammirare diversi punti di interesse storico, culturale e naturale della zona.

Infatti, se ci si sposta verso nord si incontreranno sul percorso numerose cittadine.
In particolare, il Lago di Bracciano con il Parco Naturale Regionale e le splendide città di Viterbo, Civitavecchia, Monterotondo e Fiano Romano.

 

Per chi arriva in aereo, può optare per il servizio di noleggio auto a Roma, prenotandola in anticipo in modo da risparmiare tempo e denaro.

Monterotondo

Partendo da Roma, dunque, la prima tappa è sicuramente Monterotondo situata a 25 chilometri di distanza dalla capitale.

In questa città è possibile visitare la Basilica di Santa Maria Maddalena. Questa incantevole struttura costruita intorno al 1600, custodisce all'interno un meraviglioso affresco di Domenica Pistini, nella cappella delle anime del Purgatorio.

Questo dipinto di rara bellezza rappresenta un omaggio alla Madonna. Sul territorio di Monterotondo è possibile altresì ammirare il Palazzo Orsini-Barberini risalente all'epoca medioevale nel cui cortile vi è l'ossario dedicato ai caduti della Grande Guerra.

Il Lago di Bracciano e il Parco Naturale

Spostandosi ancora verso nord si incontrerà il Lago di Bracciano con il Parco Naturale Regionale. Questo specchio d'acqua di origine vulcanica misura circa 56 chilometri quadrati di superficie.

Sulle rive del lago affacciano tre piccole città: Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano.

Civitavecchia

A questo punto, proseguendo il percorso verso il Lago di Bolsena si raggiungerà Civitavecchia.

Affacciata sul Mar Tirreno, questa città è molto nota per il suo porto. Questo risulta essere piuttosto importante per gli spostamenti marittimi italiani e si attesta al secondo posto in Europa per numero di passeggeri in transito.

Civitavecchia fu fondata dal popolo etrusco e per questo conserva sul suo territorio numerosi punti di interesse storico-culturale come le Terme Taurine, uno tra i siti archeologici più importanti lasciati in eredità da questa antichissima civiltà.

Non solo, all'interno del Palazzo di Clemente XII è possibile visitare un interessante Museo Archeologico.

Viterbo

Ultima tappa prima di raggiungere il Lago di Bolsena è la città di Viterbo.

Nota per il suo ampio centro storico Medioevale che si attesta tra i più grandi d'Europa, Viterbo ha sul suo territorio diversi luoghi di interesse culturale di altissimo valore.

Tra i più famosi è possibile visitare il meraviglioso Duomo di San Lorenzo risalente al XII secolo.

Questa struttura in stile Romanico è stata costruita sulle rovine del tempio dedicato ad Ercole.

Nel 1570 la facciata venne modificata secondo lo stile Rinascimentale. Raggiungendo il colle di San Lorenzo è possibile visitare il Palazzo Papale detto anche il Palazzo dei Papi.

Al suo interno, nella sala del conclave, fu eletto Papa Gregorio X.

Infine, tra i luoghi più noti e suggestivi vi è sicuramente Villa Lante. Questa meravigliosa struttura è particolarmente famosa per il suo incantevole giardino all'italiana opera dell'architetto Jacopo Barozzi da Vignola.

La particolarità di questa cittadina sta nelle sue gallerie sotterranee, le quali, mettono in comunicazione numerosi edifici del centro storico.

Questi cunicoli furono utilizzati durante la Seconda Guerra Mondiale (tra il 1943 e il 1944) dagli abitati di Viterbo come rifugio. Infatti, la città fu duramente colpita dai bombardamenti.

Proseguendo per circa 30 chilometri a nord si giungerà al meraviglioso Lago di Bolsena, il lago di origine vulcanica più grande d'Europa per superficie.

Esso, infatti, misura 113 chilometri quadrati. Dalle rive del lago è possibile notare il Monte Bisenzio, i Monti Bolsini e la Penisola di Capo di Monte.

Scroll to Top